Servizi

Servizio di assistenza domiciliare (SAD/ADI)

Il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD/ADI) consiste in una serie di interventi da fornire ai cittadini, al fine di favorire la permanenza nel loro ambiente di vita, evitando l’istituzionalizzazione e consentendo loro una soddisfacente vita di relazione attraverso un complesso di prestazioni socio-assistenziali-sanitarie.
L’obiettivo è quello di supportare e sostenere la persona rispondendo in modo integrato ai suoi bisogni, per poter favorire la migliore permanenza nel proprio domicilio, prevenendo e rimuovendo le cause che ne limitano l’autonomia e ogni forma di disagio ed evitando il ricorso a processi di istituzionalizzazione impropria.
Il SAD/ADI comprende interventi di natura socio-assistenziale, quali aiuto alla persona nello svolgimento delle normali attività quotidiane, sostegno dell’utente preso in carico e del suo nucleo familiare, con l’obiettivo di mantenere la persona nel proprio contesto di vita attraverso interventi a sostegno della famiglia e della persona, adottando modalità di intervento mirate al recupero, al reinserimento, all’autonomia, alla salvaguardia della vita affettiva e di relazione dell’utente.

Sedi: Ambito Territoriale di Modugno

Assistenza scolastica specialistica

Il Servizio di Assistenza Scolastica Specialistica è rivolto ad alunni diversamente abili e mira a garantire interventi educativi specialistici che favoriscano l’autonomia, la comunicazione, l’integrazione e l’apprendimento dell’alunno in situazione di disabilità, nel contesto scolastico ed extrascolastico.
I servizi per l’integrazione scolastica sono finalizzati a garantire il diritto allo studio degli studenti con disabilità fisica, psichica e sensoriale, attraverso il loro inserimento nelle strutture scolastiche ordinarie.
Gli obiettivi che il Servizio persegue sono quelli di supportare gli alunni diversamente abili nel corso delle attività scolastiche; favorire un clima di accoglienza ed attenzione alle relazioni all’interno del sistema scolastico; consolidare la cultura del rispetto nei confronti della diversità; consolidare le modalità di cooperazione della scuola con il territorio; rimuovere gli ostacoli di natura psichica, fisica, ambientale che impediscono la piena fruizione del diritto allo studio; migliorare la risposta della scuola al bisogno delle famiglie con figli diversamente abili; promuovere attività extrascolastiche finalizzate a favorire il più ampio inserimento socioculturale degli alunni nel loro contesto territoriale di riferimento.

Sedi:

Ambito Territoriale Sociale di Corato – Comuni di Corato e Terlizzi

Ambito Territoriale Sociale di Grumo Appula – Comuni di Grumo Appula, Acquaviva delle Fonti, Binetto, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari e Toritto

Ambito Territoriale Sociale di Bitonto – Comuni di Bitonto e Palo del Colle

Ambito Territoriale Sociale di Gioia del Colle – Comuni di Gioia del Colle, Casamassima, Sammichele di Bari e Turi

Ambito Territoriale Sociale di Putignano – Comuni di Putignano, Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo e Noci.

Servizio di assistenza domiciliare educativa (ADE)

Il Servizio di Assistenza Domiciliare Educativa (ADE) persegue lo scopo di tutelare, sostenere e salvaguardare lo sviluppo armonico e completo della personalità del minore, mirando all’evoluzione del nucleo familiare in difficoltà e al raggiungimento di un’adeguata autonomia dei genitori nel compito educativo verso i figli, attraverso un’azione educativa individualizzata.
L’obiettivo principale è quello di mantenere il minore, per quanto possibile, all’interno del proprio nucleo familiare, attraverso l’orientamento, il sostegno e, se necessario, il ripristino delle competenze educative della famiglia. Tale intervento deve avere come finalità la promozione di un processo di cambiamento reale del nucleo familiare, al fine di favorire uno sviluppo armonico e completo della personalità del minore e prevenire i rischi di emarginazione dello stesso.
I destinatari del Servizio ADE sono i minori che vivono in famiglie con particolare disagio e/o in situazioni di emarginazione e disadattamento, minori istituzionalizzati per i quali si prevede il rientro in famiglia, minori a rischio di devianza, minori sottoposti a provvedimenti penali.
Il Servizio ADE eroga interventi domiciliari tesi a verificare e potenziare le capacità di accudimento, di ascolto ed educative dei genitori nei confronti dei propri figli minori e prestazioni di orientamento ai Servizi, che facilitano il contatto della famiglia con le agenzie socio educative del territorio.

Sedi:

Ambito Territoriale Sociale di Grumo Appula – Comuni di Grumo Appula, Acquaviva delle Fonti, Binetto, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari e Toritto

Centro Diurno Socio Educativo "La Locomotiva" - Binetto

Il Centro Diurno Socio Educativo “La Locomotiva” è una struttura socio
sanitaria a ciclo diurno finalizzata al recupero e al mantenimento delle abilità funzionali residue e dei livelli di autonomia della persona e al sostegno della famiglia.
Il Centro diurno per disabili eroga trattamenti di lungoassistenza, recupero  e mantenimento funzionale, ivi compresi interventi di sollievo, a persone disabili con bassa necessità di tutela sanitaria.
Il centro organizza:
– attività educative indirizzate all’auton omia;
– attività di socializzazione ed animazione;
– attività espressive, psico motorie e ludiche;
– attività culturali e di formazione;
– prestazioni sociosanitarie e riabilitative.
Deve, altresì, assicurare l’assistenza nell’espletamento delle attività e delle
funzioni quotidiane anche attraverso prestazioni a carattere assistenziale (igiene personale), nonché la somministrazione dei pasti, in relazioni agli orari di apertura.
Per gli utenti minori la frequenza del Centro è prevista esclusivamente per le attività extrascolastiche, ad integrazione e nel rispetto dell’obbligo di frequenza dei percorsi di studio previsti.
Il Centro diurno per disabili eroga trattamenti di lungoassistenza, recupero e mantenimento funzionale, ivi compresi interventi di sollievo, a persone disabili con bassa necessità di tutela sanitaria.
Deve, altresì, assicurare l’assistenza nell’espletamento delle attività e delle
funzioni quotidiane anche attraverso prestazioni a carattere assistenziale (igiene personale), nonché la somministrazione dei pasti, in relazioni agli orari di apertura.

Sede:
Strada Provinciale Per Sannicandro Snc – Binetto  – 70020

Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo "LA LOCOMOTIVA", "SOLIDARIETÀ"E "LECCE"

Il Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo è una struttura socio-sanitario a ciclo diurno finalizzata al mantenimento e al recupero dei livelli di autonomia della persona e al sostegno della famiglia. È destinato a soggetti diversamente abili, anche psico-sensoriali, con notevole compromissione delle autonomie funzionali, che necessitano di prestazioni riabilitative di carattere sociosanitario. Il Centro pianifica le attività diversificandole in base alle esigenze dell’utenza e tutte le attività sono aperte al territorio e organizzate attivando le risorse della comunità locale.
I Centri della Cooperativa Solidarietà sono iscritti al Catalogo dell’Offerta di Servizi rivolti ad Anziani e Disabili ed è possibile accedervi attraverso i Voucher della Regione Puglia. Le famiglie, per le procedure di adesione ai Buoni, potranno rivolgersi ad uno Sportello dedicato, attivato dalla Cooperativa nei Centri.

Sedi:

Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “La Locomotiva” – Binetto (BA)
Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “Solidarietà” – Corato (BA)
Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo – San Cesario di Lecce (LE)

Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “Solidarietà” – Corato (BA)

Il Centro si trova a Corato tra le vie Santa Maria, Fausto Coppi e Azzariti. Iscritto con Atto n. 630 del 21/09/2010 nel Registro Regionale delle Strutture e dei Servizi autorizzati all’esercizio delle attività Socio-Assistenziali, destinate a persone diversamente abili.

Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “La Locomotiva” – Binetto (BA)

Il Centro si trova a Binetto, Strada Provinciale per Sannicandro s.n.c. Iscritto nel Registro Regionale delle strutture e dei Servizi per Disabili con Atto Dirigenziale n. 636 del 04/07/2011.

Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo – Lecce

Il Centro si trova a Lecce, in Via Vecchia Carmiano, presso immobile in comodato d’uso dell’Ambito Territoriale Sociale di Lecce. Gestito in ATI con la Cooperativa Emmanuel Servizi Sanitari di Lecce, dal 02/07/2018.

Asilo Nido "Piccolo Principe" e "Belvedere" 

L’Asilo Nido è un servizio educativo e sociale di interesse pubblico, aperto a
tutte le bambine e i bambini in età compresa tra i 3 e i 36 mesi, che concorre con le famiglie alla loro crescita e formazione, nel quadro di una politica per la prima infanzia e a garanzia del diritto all’educazione, nel rispetto della identità individuale, culturale e religiosa. L’asilo nido costituisce, inoltre, servizio di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle famiglie, quale strumento a supporto di una migliore organizzazione dei nuclei familiari. L’asilo nido garantisce, inoltre, il diritto all’inserimento e alla integrazione dei bambini diversamente abili.
Il Nido d’infanzia è suddiviso, in base all’età dei bambini, nelle seguenti sezioni:
Piccoli o lattanti da 3 a 12 mesi; Medi o semidivezzi da 13 a 23 mesi; Grandi o divezzi da 24 ai 36 mesi. Tale suddivisione consente di creare, attraverso gli educatori e la gestione degli spazi e degli arredi, un ambiente il più possibile corrispondente ai bisogni dei bambini. La programmazione educativa permette l’elaborazione di interventi in funzione delle esigenze di ciascun bambino e la predisposizione delle condizioni più idonee ad uno sviluppo armonico di tutte le dimensioni della personalità, dall’intelligenza all’affettività, dalla socializzazione alla motricità, attraverso l’osservazione, la definizione degli obiettivi e delle attività e l’elaborazione di progetti individualizzati.
Gli Asili Nido della Cooperativa Solidarietà sono iscritti al Catalogo dell’Offerta di Servizi rivolti alla prima infanzia ed è possibile accedervi attraverso i Buoni di Servizio della Regione Puglia. Le famiglie, per le procedure di adesione ai Buoni, potranno rivolgersi ad uno Sportello dedicato, attivato dalla
Cooperativa negli asili.

Sedi:
Asilo Nido “Piccolo Principe” – Toritto (BA)
Asilo Nido “Belvedere” – Corato (BA)

Asilo Nido “Il Piccolo Principe” – Toritto (BA)

L’asilo si trova a Toritto, in via Della Vittoria, 42. Autorizzazione Definitiva al Funzionamento n.70 del 27/12/2013 – Rilasciata dal Comune di Toritto. Iscrizione nel Registro delle Strutture e dei Servizi autorizzati all’esercizio delle attività socio-assistenziali destinate ai minori della struttura “Asilo Nido – Toritto” n. 0075 in data 29 Gennaio 2014.

Asilo Nido “Belvedere” – Corato (BA)

L’asilo si trova a Corato, in via Basento, 4. Autorizzazione Det. Regionale n.832 del 7 Settembre 2017.

Centro Sociale Polivalente Per Diversamente Abili

Il Centro Sociale Polivalente per diversamente abili è una struttura
aperta alla partecipazione, anche non continuativa di diversamente
abili, con bassa compromissione delle autonomie funzionali, alle
attività ludico-ricreative e di socializzazione e animazione, in cui
sono garantite le prestazioni minime connesse alla organizzazione
delle suddette attività, ai presidi di garanzia per la salute e
l’incolumità degli utenti durante lo svolgimento delle attività del
Centro.
Gli interventi e le attività all’interno e all’esterno del Centro
consentono di contrastare l’isolamento e l’emarginazione sociale
delle persone diversamente abili, di mantenere i livelli di autonomia
della persona, di supportare la famiglia.
Il Centro è iscritto al Catalogo dell’Offerta di Servizi rivolti ad Anziani
e Disabili ed è possibile accedervi attraverso i Buoni di Servizio della
Regione Puglia. Le famiglie, per le procedure di adesione ai Buoni,
potranno rivolgersi ad uno Sportello dedicato, attivato dalla
Cooperativa nei Centri.

Sede: Lecce

Centro Di Ascolto Per Le Famiglie "T. Granata" 

Il Centro di Ascolto per le Famiglie mira a promuovere il benessere
dell’intero nucleo familiare.
Il servizio di sostegno alla famiglia e alla genitorialità interviene in maniera
specifica sostenendo la coppia, il nucleo familiare e ogni singolo
componente nella fase del ciclo vita, facilitando la formazione di un’identità
genitoriale, finalizzata ad una scelta consapevole e responsabile della
maternità e della paternità, favorendo la capacità dei genitori di relazionarsi
con gli altri e con l’ambiente circostante, stimolando la capacità di
organizzazione e l’autonomia di ognuno, nonché l’elaborazione e la
conduzione di propri progetti di vita in armonia con il proprio ruolo
genitoriale.
I servizi presenti nel CAF sono Consulenza e sostegno psico-sociale,
Consulenza e sostegno educativo, Mediazione familiare, Gruppi di Auto-
Mutuo-Aiuto, Spazio Neutro, Interventi finalizzati alla conoscenza e
all’utilizzo delle risorse sociali, sanitarie, culturali e ricreative presenti sul
territorio, Interventi di supporto educativo a minori BES/DSA o in situazioni
di particolare marginalità e devianza, Attività Laboratoriali.
Il Sostegno psico-sociale ed educativo consente di definire interventi
finalizzati al superamento delle condizioni di disagio ed emarginazione e
individuare strategie operative funzionali.

Sede:
Grumo Appula

  • Consulenza e sostegno psico-sociale
  • Consulenza e sostegno educativo
  • Mediazione familiare
  • Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto
  • Spazio Neutro
  • Interventi finalizzati alla conoscenza e all’utilizzo delle risorse sociali, sanitarie, culturali e ricreative presenti sul territorio
  • Interventi di supporto educativo a minori BES/DSA o in situazioni di particolare marginalità e devianza
  • Attività Laboratoriali

Il CAF rappresenta un importante collegamento tra la famiglia e i Servizi, in quanto osserva ed interpreta le condizioni di disagio del nucleo, al fine di attivare interventi mirati.
Il Sostegno psico-sociale ed educativo consente di definire interventi finalizzati al superamento delle condizioni di disagio ed emarginazione e individuare strategie operative funzionali.
La Mediazione familiare si rivolge alle coppie per riorganizzare le relazioni familiari in presenza di una volontà di separazione e/o di divorzio, salvaguardando la responsabilità genitoriale individuale nei confronti dei figli.
Lo Spazio Neutro è un luogo che tutela il minore nel suo diritto di mantenimento della relazione con i propri genitori non affidatari e, nel contempo, facilita e sostiene la relazione minori-genitori.

Comunità Socio-Riabilitativa "Solidarietà"

La Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) per disabili è una struttura residenziale extraospedaliera che accoglie persone disabili ed offre prestazioni socio-sanitarie, assistenziali, socio-riabilitative e tutelari.
La RSA disabili eroga prestazioni in nuclei specializzati (nucleo di assistenza residenziale di mantenimento) a persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali stabilizzate.
Il nucleo di assistenza residenziale di mantenimento eroga trattamenti socio-riabilitativi di recupero e mantenimento delle abilità funzionali residue, erogati congiuntamente a prestazioni assistenziali e tutelari di diversa intensità a persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali stabilizzate, in età compresa tra i 18 e i 64 anni, che non necessitano di prestazioni sanitarie complesse nei Presidi di Riabilitazione, ma che richiedono un alto grado di assistenza alla persona con interventi di tipo educativo, assistenziale e riabilitativo a elevata integrazione socio-sanitaria, che non sono in grado di condurre una vita autonoma e le cui patologie, non in fase acuta, non possono far prevedere che limitati livelli di recuperabilità dell’autonomia e non possono essere assistite a domicilio. La degenza è finalizzata al mantenimento clinico-funzionale degli ospiti.
Nuclei di assistenza residenziale di mantenimento: tipo A e tipo B.
Il nucleo di assistenza residenziale di mantenimento di tipo A ospita disabili in condizioni di gravità che richiedono elevato impegno assistenziale e tutelare.
I trattamenti di mantenimento e lungoassistenza in regime residenziale nel nucleo di tipo A sono a carico del Servizio sanitario regionale per una quota pari al 70 per cento della tariffa giornaliera.
Il nucleo di assistenza residenziale di mantenimento di tipo B ospita disabili che richiedono moderato impegno assistenziale e tutelare o disabili privi di sostegno familiare. I trattamenti di mantenimento e lungoassistenza in regime residenziale nel nucleo di tipo B sono a carico del Servizio sanitario regionale per una quota pari al 40 per cento della tariffa giornaliera.

Sede:
Corato

Sistema di Accoglienza e Integrazione (SAI)

Il D.L. 21 ottobre 2020, n.130, convertito in Legge 18 dicembre 2020, n.173,
rinomina il Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e
per i minori stranieri non accompagnati SIPROIMI in SAI – Sistema di
accoglienza e integrazione. La nuova norma prevede l’accoglienza dei
richiedenti protezione internazionale oltre che dei titolari di protezione, dei
minori stranieri non accompagnati, nonché degli stranieri in prosieguo
amministrativo affidati ai servizi sociali, al compimento della maggiore età.
Possono essere accolti, inoltre, i titolari dei permessi di soggiorno per
protezione speciale, per casi speciali (umanitari in regime transitorio, titolari
di protezione sociale, vittime di violenza domestica, vittime di sfruttamento
lavorativo), le vittime di calamità, i migranti cui è riconosciuto particolare
valore civile, i titolari di permesso di soggiorno per cure mediche.

Servizio Civile Universale

Il Servizio Civile Universale rappresenta un’importante occasione di crescita personale, un’opportunità di educazione alla cittadinanza attiva ed un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società, contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

Sono interessate ai Progetti del Servizio Civile Universale le sedi:

  • Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “La Locomotiva” – Binetto
  • Centro Diurno Socio-Educativo “La Locomotiva” – Binetto
  • Centro Ascolto Famiglie “T. Granata” – Grumo Appula
  • Comunità Socio-Riabilitativa di Corato
  • Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo “Solidarietà” – Corato
  • Centro Sociale Polivalente per Diversamente Abili – Lecce
  • Centro Diurno Socio-Educativo e Riabilitativo – San Cesario di Lecce
  • Asilo Nido “Piccolo Principe” – Toritto
  • Asilo Nido “Belvedere” – Corato

Il Progetto “La Locomotiva” si colloca in un percorso innovativo per minori e diversamente abili, in un’ottica di integrazione delle risorse disponibili. Obiettivo generale del progetto è quello di garantire un miglioramento della qualità della vita dei giovani, dei disabili e delle loro famiglie, attraverso un percorso protetto, volto al conseguimento dell’autonomia. Il progetto rappresenta un’opportunità di vita maggiormente indipendente, sebbene protetta, che si differenzia dalla logica esistente di pura “assistenza”, andando ad insistere più sulle risorse dei giovani e dei disabili, che sulle loro difficoltà. Ci si propone di sperimentare esperienze di vita, alternative alla vita comunitaria e familiare, attraverso l’organizzazione di attività in cui coinvolgere attivamente e contemporaneamente minori, famiglie, diversamente abili e intera comunità territoriale.
Le attività proposte variano dai laboratori artigianali, alle attività sportive e di partecipazione ad eventi ricreativi e culturali in ambiti di vita esterna, con forte coinvolgimento dei familiari e del volontariato e con particolare attenzione alla preparazione all’autonomia personale dei minori e dei diversamente abili nella gestione delle attività di vita quotidiana.

Il Progetto “Scusate se non siamo affogati” coinvolge il Centro di Pronta Accoglienza di Melfi nell’attuazione di attività a favore dei migranti e degli autoctoni, volti a favorire lo sviluppo di una società eco-inclusiva nel rispetto della reciprocità e della buona accoglienza. Con tale progetto si intende abbattere retaggi culturali e pregiudizi insiti in ogni persona poiché assorbiti, inconsciamente, dalla società che ci circonda; si intende, inoltre, sviluppare percorsi di conoscenza dell’altro raccontando di sé attraverso la scrittura, la musica, il teatro, l’arte, la danza in un’ottica di reciprocità e scambio tra migranti e cittadini autoctoni. Attraverso la creatività, insita in ognuno di noi, è possibile connettersi con se stessi, con le proprie emozioni e sensazioni, permettendone il riconoscimento e l’espressione. La creatività ci permette di vedere le cose da un’altra prospettiva e attraverso questa è possibile mettersi nei panni dell’altro e sviluppare empatia. Dunque l’atteggiamento creativo ci aiuta a trovare nuove risposte a vecchie domande e, in questo periodo storico dove continui flussi migratori stanno scuotendo i nostri popoli, è necessario trovare soluzioni creative affinché l’incontro tra culture non diventi scontro.