"Coloriamo tutto di Blu!" - World Autism Awareness Day 2 Aprile 2021

"Coloriamo tutto Di Blu!"

Per la XIV Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, la Cooperativa Solidarietà di Binetto, assieme agli Istituti Scolastici e i diversi Comuni dei vari ambiti, hanno promosso l'evento "Coloriamo tutto di blu". Il tutto si è svolto
Mercoledì 31 marzo 2021 alle ore 11.00, ultimo giorno utile prima delle vacanze pasquali delle scuole.
Lo scopo di tale iniziativa è stato quello di colorare di blu qualsiasi cosa, dipingendosi le mani o il viso di blu, indossando indumenti blu, far volare dei palloncini blu con frasi, disegni o slogan da scuole, abitazioni, edifici comunali, esercizi commerciali e sedi associative, come gesto di vicinanza alle persone con Autismo.

A questo evento hanno partecipato:
Ambito Territoriale Sociale n.5 che comprendono i Comuni di Binetto, Grumo Appula, Toritto, Acquaviva delle Fonti, Cassano delle Murge e Sannicandro di Bari.
Le istituzioni scolastice quali: IISS "T.Fiore"-Grumo Appula, Instituto Comprensivo San Giovanni Bosco - Manzoni di Sannicandro di Bari, IC De Amicis - Giovanni XXIII di Acquaviva delle Fonti, Istituto Comprensivo Statale - S.G. Bosco A. Manzoni di Toritto, Istituto Comprensivo Devitofrancesco-Giovanni XXIII di Binetto e Grumo Appula.

"Non giudicare sbagliato ciò che non conosci: cogli l'occasione per comprendere" 

Pablo Picasso

 

 


LETTERA APERTA AL PRESIDENTE EMILIANO IL WELFARE INFANZIA EADOLESCENZA DIMENTICATO!!


CONFCOOPERATIVE FEDERSOLIDARIETÀ PUGLIA - LEGACOOP
SOCIALI PUGLIA - FISM PUGLIA - FORUM TERZO SETTORE –
ASSOCIAZIONE ACSEMI

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE EMILIANO
IL WELFARE INFANZIA E ADOLESCENZA DIMENTICATO!!

STATO DI AGITAZIONE DELLE STRUTTURE DI SERVIZI PER MINORI E DELLE FAMIGLIE

Le Associazioni di categoria congiuntamente da mesi seguono con preoccupazione le vicende relative all’istruttoria in corso per l’iscrizione a catalogo delle unità di offerta che erogano servizi per l’infanzia in Puglia ed il conseguente riconoscimento del voucher di conciliazione alle famiglie richiedenti.
La situazione attuale è gravissima: ad oggi – fine gennaio 2021! – ancora tante incertezze che lasciano le strutture e le famiglie nella più deludente solitudine nonché incognita per il futuro.
Grazie all’Avviso pubblico approvato con D. D. n. 640 del 21/09/2020 rivolto ai nuclei familiari, sono state presentate le domande di accesso al Voucher conciliazione per la frequenza di bambine e bambini e ragazze e ragazzi presso le Unità di offerta, che però al momento sono ancora in attesa – per la maggior parte – di riscontro in merito all’accoglimento della propria domanda di iscrizione a catalogo.
Senza il completamento dell’intero percorso istruttorio, non è possibile proseguire con l’attribuzione del voucher alle famiglie.
L’anno educativo 2020/2021 è iniziato a settembre e, inverosimilmente, a fine gennaio non si hanno ancora i riscontri dell’istruttoria regionale sulle strutture da iscrivere a catalogo e conseguentemente sugli abbinamenti minori/servizi.
Intanto le aziende sostengono da settembre i costi del Welfare pugliese, senza certezze e senza previsioni attendili sulle tempistiche per la risoluzione della vicenda. Alla luce di tutto questo, le strutture, già sovraccaricate dai costi (non riconosciuti da nessuno!!) di messa in sicurezza degli ambienti e del personale e utenti dall’emergenza COVID, non sono più in grado di anticipare ulteriori risorse per garantire il servizio di cura dei minori accolti.
Dal prossimo primo febbraio, pertanto, le strutture si vedranno costrette ad addebitare alle famiglie il costo intero della retta; ciò comporterà verosimilmente la rinuncia alla frequenza dei propri figli con il la conseguenza di dover chiudere il servizio già dal prossimo mese di Febbraio ed il conseguente licenziamento del personale in essere (oltre 5 mila persona di cui il 95% donna!).
E a scontare questi ritardi inaccettabili della pubblica amministrazione regionale sono, come sempre, gli utenti finali che da beneficiari di questa misura ne divengono inconsapevoli vittime.
Chiediamo a questa Amministrazione di essere ascoltati, considerati e di impegnarsi responsabilmente e politicamente a trovare una soluzione immediata a questa vergognosa situazione, che sta annientando il sistema dell’offerta verso bambini e adolescenti impoverendo il territorio e sta danneggiando anche le famiglie, che a quasi metà anno educativo ancora non sanno se la loro domanda di riconoscimento del voucher sia stata accolta o meno. Anche le famiglie hanno un proprio budget economico e come per tutti, anche per loro è indispensabile conoscere per tempo l’impegno delle uscite.

LE ASSOCIAZIONI FIRMATARIE:
Confcooperative Federsolidarietà puglia
Legacoop sociali puglia
Fism puglia
Forum terzo settore
Associazione Acsemi.

File originale in PDF:

-AL PRESIDENTE EMILIANO - LETTERA APERTA


SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE 2021

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE 2021

La Cooperativa Solidarietà quest'anno ha aderito al progetto presentato da CONFCOOPERATIVA-FEDERSOLIDARIETA'. Pertanto è possibile partecipare al bando del Servizio Civile Universale cliccando al progetto desiderato. I posti disponibili sono in totale 21 ed è possibile aderire ad un solo progetto per sede (Binetto, Corato, Toritto, Grumo Appula, Noci).

Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione entro e non oltre alle ore 14.00 di lunedì 8 febbraio 2021 esclusivamente on Line raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo http://bit.ly/ServizioCivile_Progetti2021 cliccando su FAI DOMANDA. Per poter accedere alla domanda è necessario essere in possesso della SPID.

Per ulteriori informazioni contattare la dott.ssa Alessia Matera , Confcooperative Bari – BAT 

Indirizzo: via Bruno Zaccaro 17 – 19, 70125 Bari

Telefono: 080 5011066          Fax: 080 5648976

E-mail: bari@confcooperative.it

 

In PDF scaricabili il bando-ordinario_2020 (1) (1) più la scheda sintetica PROGETTO AFFIAN.CARE , Sintesi progetto_DI PARI PASSO

 

 


Attivazione del "Servizio di Assistenza Domiciliare Straordinario COVID-19"

Attivazione del "Servizio di Assistenza Domiciliare Straordinario COVID-19"

L'Ambito Territoriale n° 3 (costituito dai Comuni di Corato, Ruvo di Puglia e Terlizzi) ha attivato il “Servizio di Assistenza Domiciliare Straordinario COVID-19” per rispondere, durante il periodo dell'emergenza sanitaria, ai bisogni assistenziali primari dei cittadini disabili e anziani non autosufficienti in quanto risultati positivi al virus SARS-COV-2 o in isolamento precauzionale (perchè in attesa dell'esito del tampone) o in quarantena perchè contatti stretti di persone accertate positive al virus SARS-COV-2.
Il fornitore del Servizio sarà la Cooperativa Sociale “Solidarietà” la quale garantirà il rispetto di tutte le
norme, i protocolli e le disposizioni per prevenire il contagio da COVID-19. Tutti gli operatori sociosanitari (O.S.S.) che si recheranno a domicilio saranno dunque dotati dei dispositivi di protezione
individuale e dei mezzi di sanificazione personale ed ambientale che saranno necessari all’espletamento
del servizio in sicurezza.

In allegato il documento ufficiale scaricabile -->  comunicato-1


Pubblicato il bando per la riqualificazione in OSS degli operatori impegnati in strutture socio-sanitarie e socio assistenziali della Puglia

Pubblicato il bando per la riqualificazione in OSS degli operatori impegnati in strutture socio-sanitarie e socio assistenziali della Puglia

“È stato pubblicato ieri pomeriggio, sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, il nuovo Avviso per la formazione e la riqualificazione in Operatore Socio Sanitario (OSS) degli operatori già impegnati presso strutture del settore sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale della Regione Puglia”, comunica l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo.

“Grazie a questo bando – commenta Leo – perseguiamo l’obiettivo di disporre, all’interno del sistema dei servizi, di una figura unica dedicata all’assistenza di base alla persona qualificata come Operatore Socio Sanitario. Pertanto è necessario realizzare interventi di formazione e riqualificazione per quegli operatori non OSS in servizio presso le Aziende del Sistema Sanitario Regionale, per il personale delle strutture sanitarie ospedaliere private e degli Enti Ecclesiastici, delle strutture a carattere sociosanitario e socio assistenziale per gli anziani, i disabili, gli utenti psichiatrici e con dipendenze patologiche, a titolarità pubblica o privata, in possesso di qualifica di O.T.A., di O.S.A., A.D.eS.T. o di Assistente familiare o di qualifiche che facciano riferimento a profili nell’ambito sociale o sociosanitario, con esperienza lavorativa di almeno 12 mesi”.

“Per questo avviso, frutto del confronto con le parti sociali e con le organizzazioni interessate, abbiamo impegnato risorse pari a 5 milioni di euro a valere sul POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 utili a riqualificare 756 lavoratori in possesso dei requisiti. Si tratta di un ulteriore passo in avanti da far compiere al nostro sistema dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria, sempre più qualificato e sempre più orientato alla qualità e alla certificazione delle competenze. L’importanza di queste figure professionali, ancor più palese durante i tragici momenti della pandemia, è cosa nota a questa Amministrazione Regionale che, già con l’Avviso OSS2017, ha provveduto a formare oltre 4mila nuovi Operatori Socio-Sanitari e, con l’Avviso Qualifica OSS, ha consentito l’accesso al titolo a circa 6.500 studenti iscritti presso gli istituti professionali pugliesi e frequentanti l’indirizzo di Tecnico dei Servizi Socio-Sanitari, tutto questo grazie allo straordinario lavoro della Sezione Formazione Professionale della Regione Puglia che ringrazio”, ha concluso l’assessore.

L’avviso consentirà l’accesso alle misure compensative anche a coloro che, attraverso la sperimentazione avviata dalla Sezione Formazione Professionale nel 2019 e tutt’ora in corso, abbiano avuto accesso ai percorsi di validazione delle competenze ed abbiano conseguito la qualifica di “assistente familiare” sulla base della valorizzazione delle esperienze di vita e professionali.

I percorsi compensativi di formazione e riqualificazione in OSS avranno la durata di 420 ore, 265 ore di teoria, 55 ore di esercitazioni e 100 di tirocinio e saranno erogati da Organismi di Formazione Professionale accreditati e selezionati a seguito dell’apposita procedura.

I potenziali 756 lavoratori, così come sopra specificati che intendono partecipare alla riqualificazione, dovranno dichiarare la propria disponibilità ad aderire all’offerta formativa prescelta con apposita richiesta unicamente in via telematica attraverso la procedura on line Avviso n.4/FSE/2020 RIQUALIFICAZIONE OSS,  all’indirizzo www.sistema.puglia.it nella sezione: Sezioni Speciali della pagina Formazione Professionale (link diretto: www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/riqualificazioneoss ).

La procedura on line sarà disponibile a partire dalle ore dalle ore 10,00 del 27/07/2020 e sino alle ore 13,00 del 07/09/2020. Nella domanda presentata il partecipante dovrà dichiarare il possesso dei requisiti di partecipazione al percorso formativo e dovrà indicare la struttura presso la quale è impegnato, con la forma contrattuale di lavoro e le mansioni svolte, con esperienza lavorativa di almeno 12 mesi anche non continuativi, maturata alla pubblicazione del presente avviso.

Il partecipante dovrà, inoltre, dichiarare di essere in possesso di attestato di qualifica di Operatore Tecnico dell'Assistenza (OTA), o Operatore Socio Assistenziale (OSA) o Assistente Domiciliare e dei Servizi Tutelari (ADEST) o Assistente Familiare, autorizzati dalla Regione Puglia, o svolgere/avere svolto, per almeno 12 mesi, attività lavorativa di Ausiliario Sanitario presso strutture del settore sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale della Regione.


Ripristino servizi

Ripristino servizi

Si comunica che a seguito delle nuove comunicazioni, la Cooperativa Solidarietà è impegnata nella riattivazione dei servizi sospesi per il periodo Covid.

 

 


Dai un 5 per Solidarietà - Dona il tuo Cinque per Mille

Dai un 5 per Solidarietà

Destina il cinque per mille delle Tue imposte alla Cooperativa Solidarietà. Basta una semplice firma nella prima sezione dello spazio dedicato al cinque per mille dei modelli CUD, 730 e UNICO ed indicare il codice: 04753020728


Cooperativa Solidarietà - 25 anni di storia - 6 Maggio 1995 - 2020

25 ANNI DI STORIA

Grazie a tutti coloro che abbiamo incontrato in questi importanti anni di storia.
Grazie a tutti per aver condiviso momenti di gioia, ma anche di dolore.
Grazie per aver dato l’opportunità di crescere.
Grazie per aver realizzato un progetto teso alla condivisione dei bisogni per condividere il senso della vita, attraverso uno sguardo rivolto sempre alla realtà.
Grazie di aver trasformato la fatica in opere e di aver offerto dei luoghi dove è possibile VIVERE.
La nostra forza è racchiusa nei principi e nei valori che ci animano, ma soprattutto nelle persone che vivono e operano quotidianamente con noi.
Sono proprio loro la nostra anima.
Durante il cammino ognuno di noi ha l’opportunità di entrare nella vita delle persone, nelle famiglie e nelle scuole, dove il sentiero comune è la Solidarietà.


Una grande squadra per una grande Solidarietà

Una grande squadra per una grande Solidarietà

Volevo ringraziare e abbracciare ogni lavoratore della Cooperativa Solidarietà che nonostante la precarietà che viviamo abbiamo dato testimonianza di essere una grande squadra e abbiamo vissuto sino in fondo quello che offriamo ogni giorno.
Ne sono stati testimoni i piccoli., gli adulti, le famiglie, i dirigenti, i docenti, le istituzioni tutte, che hanno condiviso con forza che è possibile vivere la vita in modo diverso.
Grazie a tutti in un grande abbraccio.
La Presidente
Antonella Robortaccio


XIII Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

2 aprile 2020

XIII Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo

In un periodo storico che ci mette davanti ad un’emergenza dalle complesse implicazioni sanitarie, sociali e psicologiche, la Cooperativa Solidarietà, decide di non fermarsi, ma cerca di annullare le distanza e di offrire un’occasione per riflettere tutti assieme.

Quest’anno non potremo ammirare i monumenti che tradizionalmente si illuminano di blu, né si potranno organizzare convegni, eventi, iniziative pubbliche di informazione e sensibilizzazione.

In questo momento di grande difficoltà per le famiglie con persone con disturbo dello spettro autistico, la Cooperativa Solidarietà sta riflettendo su quanto il Covid-19 rappresenti un rischio dal forte impatto sociale, non solo per chi è maggiormente esposto al contagio, ma anche per chi, come le persone con disabilità, necessitano di attenzioni specifiche e coordinate.

In questa fase delicata che stiamo vivendo, è ancora più necessario accendere i riflettori sulla giornata del 2 aprile per ricordare l’importanza del sostegno e del supporto alle famiglie.

La pandemia Coronavirus non cancella purtroppo la silenziosa esperienza che queste famiglie continuano ad affrontare da sempre, e spesso in perfetta solitudine.

Situazione che ci ricorda quanto è essenziale un servizio socio – sanitario -riabilitativo efficiente.

L’esperienza di questi giorni ha evidenziato quanto sia importante farsi compagnia e per questo Solidarietà si è posta accanto.

In qualità di Presidente ringrazio tutti gli educatori che giornalmente sono a fianco dei minori e delle loro famiglie e in punta di piedi stanno entrando nella loro vita.

Grazie, perché per ognuno di noi è la scoperta ogni giorno di una compagnia grande tra di noi e con le famiglie, ma soprattutto una condivisione e una testimonianza con i servizi e con le istituzioni.

Solidarietà mette in evidenza sulla pagina Facebook l'iniziativa

di creare un abbraccio attraverso un disegno, una foto, una poesia o altra forma creativa, perché l’abbraccio è l’espressione più semplice per esprimere l’accoglienza verso l'altro, cercando di annullare le distanza e di offrire un’occasione per riflettere tutti assieme.

Un’iniziativa, destinata agli studenti che, seguendo da casa la didattica a distanza, hanno affrontato con gli educatori, la famiglia e i loro insegnanti le tematiche legate alle persone con disturbo dello spettro autistico” e chiunque vorrà, potrà pubblicare sulla pagina Facebook “APRILEINBLU“ o il sito www.solidarietacoop.it, con l’obiettivo di favorirne la riflessione ed incentivarne e svilupparne le capacità creative, raccoglierne le testimonianze e dar voce alle loro impressioni.

Link pagina Facebook APRILEINBLU : https://www.facebook.com/Aprileinblu-376159652777574/?ref=bookmarks