Giornate in piscina per gli utenti dei Centri Diurni di Binetto

Al via anche quest’anno del programma estivo delle attività di socializzazione tra natura, relax e divertimento.

Dopo il lockdown, i Centri Diurni siti nel Comune di Binetto, hanno avviato dalla prima settimana di luglio, i programmi delle attività estive, che anche quest’anno prevederanno una serie di ingressi in piscina in totale relax e divertimento.

Questo è un importante momento per i nostri utenti, che hanno vissuto questi ultimi mesi senza possibilità di uscire e di socializzare, di ritrovarsi insieme divertendosi, guardando con più serenità al futuro.

Condiderando la situazione attuale di emergenza Covid-19, sono state adottate tutte le misure di sicurezza e prevenzione previste dalla Regione Puglia.

Dalle 9.00 fino alle 13.00 i ragazzi saranno ospitati in luoghi protetti, accoglienti e perfettamente accessibili anche per chi si muove con la sedia a rotelle e per chi ha necessità particolari.

Il programma delle attività è stato reso possibile grazie alla collaborazione e alla sensibilità dell'Agriturismo Masseria Vero sita in Palo del Colle, un luogo accogliente, tranquillo e immerso nella tipica campagna pugliese.
La struttura ha fornito tutti i servizi per la realizzazione di questo progetto.


Pubblicato il bando per la riqualificazione in OSS degli operatori impegnati in strutture socio-sanitarie e socio assistenziali della Puglia

Pubblicato il bando per la riqualificazione in OSS degli operatori impegnati in strutture socio-sanitarie e socio assistenziali della Puglia

“È stato pubblicato ieri pomeriggio, sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, il nuovo Avviso per la formazione e la riqualificazione in Operatore Socio Sanitario (OSS) degli operatori già impegnati presso strutture del settore sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale della Regione Puglia”, comunica l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo.

“Grazie a questo bando – commenta Leo – perseguiamo l’obiettivo di disporre, all’interno del sistema dei servizi, di una figura unica dedicata all’assistenza di base alla persona qualificata come Operatore Socio Sanitario. Pertanto è necessario realizzare interventi di formazione e riqualificazione per quegli operatori non OSS in servizio presso le Aziende del Sistema Sanitario Regionale, per il personale delle strutture sanitarie ospedaliere private e degli Enti Ecclesiastici, delle strutture a carattere sociosanitario e socio assistenziale per gli anziani, i disabili, gli utenti psichiatrici e con dipendenze patologiche, a titolarità pubblica o privata, in possesso di qualifica di O.T.A., di O.S.A., A.D.eS.T. o di Assistente familiare o di qualifiche che facciano riferimento a profili nell’ambito sociale o sociosanitario, con esperienza lavorativa di almeno 12 mesi”.

“Per questo avviso, frutto del confronto con le parti sociali e con le organizzazioni interessate, abbiamo impegnato risorse pari a 5 milioni di euro a valere sul POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 utili a riqualificare 756 lavoratori in possesso dei requisiti. Si tratta di un ulteriore passo in avanti da far compiere al nostro sistema dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria, sempre più qualificato e sempre più orientato alla qualità e alla certificazione delle competenze. L’importanza di queste figure professionali, ancor più palese durante i tragici momenti della pandemia, è cosa nota a questa Amministrazione Regionale che, già con l’Avviso OSS2017, ha provveduto a formare oltre 4mila nuovi Operatori Socio-Sanitari e, con l’Avviso Qualifica OSS, ha consentito l’accesso al titolo a circa 6.500 studenti iscritti presso gli istituti professionali pugliesi e frequentanti l’indirizzo di Tecnico dei Servizi Socio-Sanitari, tutto questo grazie allo straordinario lavoro della Sezione Formazione Professionale della Regione Puglia che ringrazio”, ha concluso l’assessore.

L’avviso consentirà l’accesso alle misure compensative anche a coloro che, attraverso la sperimentazione avviata dalla Sezione Formazione Professionale nel 2019 e tutt’ora in corso, abbiano avuto accesso ai percorsi di validazione delle competenze ed abbiano conseguito la qualifica di “assistente familiare” sulla base della valorizzazione delle esperienze di vita e professionali.

I percorsi compensativi di formazione e riqualificazione in OSS avranno la durata di 420 ore, 265 ore di teoria, 55 ore di esercitazioni e 100 di tirocinio e saranno erogati da Organismi di Formazione Professionale accreditati e selezionati a seguito dell’apposita procedura.

I potenziali 756 lavoratori, così come sopra specificati che intendono partecipare alla riqualificazione, dovranno dichiarare la propria disponibilità ad aderire all’offerta formativa prescelta con apposita richiesta unicamente in via telematica attraverso la procedura on line Avviso n.4/FSE/2020 RIQUALIFICAZIONE OSS,  all’indirizzo www.sistema.puglia.it nella sezione: Sezioni Speciali della pagina Formazione Professionale (link diretto: www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/riqualificazioneoss ).

La procedura on line sarà disponibile a partire dalle ore dalle ore 10,00 del 27/07/2020 e sino alle ore 13,00 del 07/09/2020. Nella domanda presentata il partecipante dovrà dichiarare il possesso dei requisiti di partecipazione al percorso formativo e dovrà indicare la struttura presso la quale è impegnato, con la forma contrattuale di lavoro e le mansioni svolte, con esperienza lavorativa di almeno 12 mesi anche non continuativi, maturata alla pubblicazione del presente avviso.

Il partecipante dovrà, inoltre, dichiarare di essere in possesso di attestato di qualifica di Operatore Tecnico dell'Assistenza (OTA), o Operatore Socio Assistenziale (OSA) o Assistente Domiciliare e dei Servizi Tutelari (ADEST) o Assistente Familiare, autorizzati dalla Regione Puglia, o svolgere/avere svolto, per almeno 12 mesi, attività lavorativa di Ausiliario Sanitario presso strutture del settore sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale della Regione.


Ripristino servizi

Ripristino servizi

Si comunica che a seguito delle nuove comunicazioni, la Cooperativa Solidarietà è impegnata nella riattivazione dei servizi sospesi per il periodo Covid.

 

 


Dai un 5 per Solidarietà - Dona il tuo Cinque per Mille

Dai un 5 per Solidarietà

Destina il cinque per mille delle Tue imposte alla Cooperativa Solidarietà. Basta una semplice firma nella prima sezione dello spazio dedicato al cinque per mille dei modelli CUD, 730 e UNICO ed indicare il codice: 04753020728


Cooperativa Solidarietà - 25 anni di storia - 6 Maggio 1995 - 2020

25 ANNI DI STORIA

Grazie a tutti coloro che abbiamo incontrato in questi importanti anni di storia.
Grazie a tutti per aver condiviso momenti di gioia, ma anche di dolore.
Grazie per aver dato l’opportunità di crescere.
Grazie per aver realizzato un progetto teso alla condivisione dei bisogni per condividere il senso della vita, attraverso uno sguardo rivolto sempre alla realtà.
Grazie di aver trasformato la fatica in opere e di aver offerto dei luoghi dove è possibile VIVERE.
La nostra forza è racchiusa nei principi e nei valori che ci animano, ma soprattutto nelle persone che vivono e operano quotidianamente con noi.
Sono proprio loro la nostra anima.
Durante il cammino ognuno di noi ha l’opportunità di entrare nella vita delle persone, nelle famiglie e nelle scuole, dove il sentiero comune è la Solidarietà.


Una grande squadra per una grande Solidarietà

Una grande squadra per una grande Solidarietà

Volevo ringraziare e abbracciare ogni lavoratore della Cooperativa Solidarietà che nonostante la precarietà che viviamo abbiamo dato testimonianza di essere una grande squadra e abbiamo vissuto sino in fondo quello che offriamo ogni giorno.
Ne sono stati testimoni i piccoli., gli adulti, le famiglie, i dirigenti, i docenti, le istituzioni tutte, che hanno condiviso con forza che è possibile vivere la vita in modo diverso.
Grazie a tutti in un grande abbraccio.
La Presidente
Antonella Robortaccio


- Condivisione di un pensiero di una mamma -

Condivido con voi il pensiero di un GRANDE MAMMA AMICA 💙

... una mattina vi svegliate e vi dicono che non potete più uscire di casa per salvaguardare la vostra vita e quella degli altri... che i contatti sociali devono essere drasticamente ridotti.... che non potete uscire per comprare giocattoli o pennarelli che non potete andare dal
Parrucchiere ne’ al centro commerciale a comprare quel vestito che avete visto in vetrina qualche giorno prima .... che non potete andare a farvi la ceretta dall’estetista e che non potete incontrare amici e parenti.... che non potete andare in pizzeria o al
Ristorante .....insomma in questi giorni voi state vivendo ISOLATI!! Il coronavirus vi sta facendo vivere un po’ come vive Giulio.... vi sta facendo conoscere un po’ come si vive e convive con l’AUTISMO!! Ci sono però delle grandi differenze tra il CORONAVIRUS E L’AUTISMO .... dal coronavirus si può guarire dall’Autismo NO! Di coronavirus si può morire, di autismo no! Il coronavirus è altamente contagioso l’autismo no!! La consapevolezza non deve ridursi ad un solo giorno... si è autistici non solo il 2 aprile! Volete sapere come proseguirà la vita di Giulio? ... beh la risposta può e deve essere solo questa ....🌈 🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈🌈


XIII GIORNATA MONDIALE PER LA CONSAPEVOLEZZA SULL’ AUTISMO

💙 XIII GIORNATA MONDIALE PER LA CONSAPEVOLEZZA SULL’ AUTISMO 💙

Gentili docenti, in questo particolare momento storico la socialità è venuta meno, il calore di un saluto, il conforto di un abbraccio, tutto è reso difficile da un nemico che tutti noi con grandi sacrifici stiamo cercando di combattere.

Nel mese di Aprile, la Cooperativa Solidarietà, intende promuovere, come ogni anno, per la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull'Autismo, un'iniziativa che permetterà di ridurre le distanze. Vivere questa giornata, sarà un'occasione per riflettere tutti insieme.

Chiediamo ai dirigenti, ai docenti, agli alunni e alle loro famiglie e chiunque voglia aderire all'iniziativa, di creare l'idea dell'abbraccio attraverso un disegno, una foto, una poesia o altra forma creativa, perché l'abbraccio è l'espressione più semplice di esprimere l'accoglienza verso l'altro.

Si precisa che gli elaborati potranno portare: nome dell'istituto di riferimento, iniziali di nome e cognome dell'alunno e comune di appartenenza.

Gli elaborati dovranno essere inviati sulla mail asambitogrumo@libero.it
Infine saranno pubblicati sulla pagina Facebook di "Aprileinblu" 💙


Leggere di più


Momento straordinario di preghiera in tempo di pandemia - 27 Marzo 2020

Venerdì 27 marzo, alle ore 18:00, Papa Francesco ha presidiato un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, con la piazza vuota.
Il Pontefice ha invitato tutti a partecipare spiritualmente, attraverso i diversi mezzi di comunicazione, per ascoltare la Parola di Dio, elevare una supplica in questo tempo di prova e adorare il Santissimo Sacramento. Al termine della Celebrazione il Santo Padre ha impartito la Benedizione “Urbi et Orbi”, a cui è stata annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.
È stato un momento unico straordinario di preghiera in tempo di pandemia durato circa un’ora. Nei pressi del cancello centrale della Basilica Vaticana sono stati collocati l’immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso di San Marcello.
Dopo l’ascolto della Parola di Dio, Papa Francesco ha tenuto una meditazione.
Il Santissimo Sacramento è esposto sull’altare collocato nell’atrio della Basilica Vaticana.
Dopo la supplica, è stato pronunciato il rito della Benedizione eucaristica “Urbi et Orbi”. Il Cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica di San Pietro, ha pronunciato la formula per la proclamazione dell’indulgenza.


Chiusura centri diurni dal 12 marzo al 3 aprile 2020 per emergenza Coronavirus COVID-19

Chiusura centri diurni socio educativi e riabilitativi e centri diurni socio educativi per minori dal 12 marzo al 3 aprile 2020 per emergenza Coronavirus COVID-19

Si comunica che, in ottemperanza a quanto disposto dal Presidente della Giunta Regionale della Puglia, con nota urgente dell'11 marzo 2020 in relazione all'emergenza epidemiologica da Coronavirus COVID-19,
I servizi della Cooperativa Solidarietà rimarranno chiusi ad esclusione della Comunità socio riabilitativa, SIPROMI, del Servizio di assistenza domiciliare Sad e Adi.
Tutti i lavoratori sono a fianco e saranno sempre vicini nel cammino intrapreso con la speranza di riabbracciarci al più presto.

Quando si parla della COOPERAZIONE, anche in questi giorni, impropriamente, si dovrebbe ricordare che dietro questa parola ci sono migliaia di persone che, con cuore, coscienza e competenza, ogni giorno ne aiutano tanti altri, senza mai tirarsi indietro, per il bene comune. E quando tutto sarà finito, perché supereremo anche questa, torneranno a lavorare in silenzio nelle case, nelle residenze, nei centri diurni, nelle scuole, in tutto il Paese e accanto a chi ha bisogno, come sempre.

Gli aggiornamenti saranno comunicati tempestivamente.